martedì 11 giugno 2013

verso la Boccea Running del 23

Prosegue l'allenamento di giugno, il primo quasi decente dopo mesi che ho "corricchiato", cioè, correndo senza il necessario orientamento. E quando faccio così solitamente perdo colpi perché altri appuntamenti li faccio diventare insormontabili a danno di un piacere bello ed importante come lo è per me la corsa. Quindi sabato mattina in giro per il parco degli acquedotti con Costantino, potenzialmente portato nel running ma che per pigrizia si allena sì e no 3 volte al mese (e nonostante tutto quei 6 chilometri e mezzo li copre sempre). Alla fine lui dopo 35' tenuti intorno i 5'10'' decide di fermarsi; io concludo con un allungo di 1000 m per sbrigliar le gambe.

Domenica sveglia alle 8:00 e corsa per 10 km per il quartiere di Cinecitta' effettuando un progressivo, partendo comodo a 5'15'' e chiudendo intorno ai 4'35'' sotto un sole che comincia a farsi sentire.
La Boccea Running si avvicina, Alessandro, amico con cui l'ho corsa lo scorso anno, stavolta mi auguro avrà il sottoscritto a tenergli botta almeno fino al 7° km.

Se penso che il battesimo del running gliel'ho fatto io poco più di un anno fa partecipando all'appia run e recentemente riesce sui 21 km a viaggiare intorno all'ora e 34'' (e su percorsi trail, perché non gli piace correre sull'asfalto, quindi in condizioni ottimali toglierebbe almeno altri 2-3 minuti!) da una parte mi commuovo...ma dall'altra quasi mi incazzo! eh!eh!eh!

2 commenti:

  1. incazzatura + che giustificata :D :D :D ahahaha mai portare gente a correre, capita sempre così!!! Porca l'oca!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari capitasse più spesso Mauré!

      Elimina